Attualità

L'ex vicepresidente del Consiglio e segretario nazionale del Partito Democratico, ha presentato il suo libro “L’inizio del buio”, alla presenza della scrittrice Silvia Ballestra e Roberta Peci.

San Benedetto del Tronto - Valter Veltroni e "L'inizio del buio"


25 giugno 2011 09:51

La sua recente “fatica letteraria” trae metà dell’ispirazione proprio da quanto avvenuto a San Benedetto 30 anni fa. Valter Veltroni, ex vicepresidente del Consiglio e segretario nazionale del Partito Democratico, ieri sera a San Benedetto ha presentato il suo libro “L’inizio del buio”, nelle librerie da un paio di settimane, alla presenza della scrittrice Silvia Ballestra e accompagnato da Roberta Peci e dal sindaco Giovanni Gaspari. Tutto ha inizio dalle immagini di alcuni parenti di Sara Scazzi, la ragazzina brutalmente uccisa poco meno di un anno fa ad Avetrana, che, imperterriti davanti alle telecamere, spettacolarizzano il dolore e trasformano la realtà in un reality, Da quelle immagini lì lo scrittore Valter Veltroni inizia a raccontare una storia che risale a 30 anni fa. L’ex sindaco di Roma ha iniziato il suo viaggio di parole proprio da quel 10 giugno 1981, ha raccolto testimonianze con lo scrupolo di un reporter, ha incontrato i protagonisti involontari di quelle due storie che hanno segnato a fondo la coscienza e i sonni del nostro paese e ha dato vita al libro l’inizio del buio. Due storie, quella di alfredino rampi e di roberto peci che, come ha sottolineato la scrittrice Silvia Ballestra «non possono essere lette “a ciglia asciutte”» sottintendendo una partecipazione emotiva che era ben visibile già ieri sera, soprattutto quando l’ex sindaco di Roma ha raccontato il suo incontro con le tre donne.Erano le ore 19 del 10 giugno 1981, quando a Vermicino, Alfredino Rampi, un bambino di 6 anni veniva inghiottito da un pozzo artesiano, E fu da lì, da quel 10 giugno 1981, che iniziò il buio.


TAGS:
 
 

di Redazione, Fonte: Redazione

Letta 806 volte
Commenti alla notizia
Non sono ancora presenti commenti. Vuoi essere il primo a scriverne uno ?
Per inserire un commento devi effettuare il login. Se non sei registrato, effettua prima la registrazione

Inserisci le credenziali di accesso

 
 

Non sei registrato? Clicca qui
Hai dimenticato la password ?