Attualità

Al suo posto, una residenza sanitaria assistita

Sant'Egidio - Al via l'abbattimento dell'ospedale mai nato


7 ottobre 2013 16:23

Le ruspe sono al lavoro da questa mattina a Sant'Egidio Val Vibrata (Teramo) per abbattere l'edificio di cinque piani che, in un progetto del 1958, avrebbe dovuto ospitare l'ospedale di Sant'Egidio alla Vibrata. La struttura, costituita dallo scheletro di cemento armato di cinque piani, si sviluppa su un'area di 4.800 metri quadrati di proprietà della Asl di Teramo. E' stata una delibera dell'attuale direttore generale Giustino Varrassi, nell'aprile dello scorso anno, a decidere per la demolizione del palazzo, vero e proprio monumento allo spreco del denaro pubblico in sanità. Secondo quanto previsto dal programma di demolizione, i mezzi meccanici impiegheranno due settimane per completare l'abbattimento, poi si passerà alla bonifica e al recupero dell'area, dove potrebbe sorgere nei prossimi mesi una Residenza sanitaria assistita. Il costo complessivo dell'intervento per eliminare lo scheletro ammonta a circa 180mila euro. L'ospedale avrebbe dovuto nascere alla fine degli anni '60. I lavori ebbero inizio nel 1958 e per 11 anni la politica di allora cercò, vanamente, di trovare una sinergia con i reparti già esistenti dell'ospedale Val Vibrata di Sant'Omero, ad appena 10 chilometri di distanza. Nel cantiere si lavorò fino al 1977 ma senza riuscire a completare quello scheletro che per 55 anni ha costituito un simbolo negativo in questo centro della vallata del Vibrata.


TAGS: rando angelini , abbattimento ospedale mai nato , sant'egidio , camillo antelli , sperpero denaro pubblico ,
 
 

di Redazione, Fonte: Vera Tv

Letta 828 volte
Commenti alla notizia
Non sono ancora presenti commenti. Vuoi essere il primo a scriverne uno ?
Per inserire un commento devi effettuare il login. Se non sei registrato, effettua prima la registrazione

Inserisci le credenziali di accesso

 
 

Non sei registrato? Clicca qui
Hai dimenticato la password ?