Cronaca

Il colpo è partito dalla pistola del carabiniere sotto processo

Ascoli - Omicidio Ferracaku, perizia balistica accusa imputato


7 ottobre 2013 19:34

Il proiettile che l'8 maggio del 2009 uccise Olsi Ferracaku, giovane albanese in fuga dopo una rapina commessa a Ripaberarda (Ascoli Piceno), è stato esploso dalla pistola di ordinanza in dotazione al carabiniere che figura attualmente sotto processo, e non dal collega che era di pattuglia con lui. Questo il risultato della perizia balistica disposta dal giudice del Tribunale di Ascoli Marco Bartoli, e illustrata oggi nel corso della penultima udienza del processo la cui conclusione è attesa per il 4 novembre prossimo. Omicidio colposo causato dall'uso legittimo delle armi l'accusa mossa dal pm Umberto Monti. La perizia, chiesta dalla difesa dell'imputato, è stata svolta dall'esperto balistico dell'Esercito Paride Minervini, che in passato ha seguito il caso della morte del tifoso Gabriele Sandri, quale consulente dell'agente della Polizia stradale Luigi Spaccarotella. Il perito si è occupato anche dell'omicidio in Iraq di Nicola Calipari e dell'assassinio in Somalia della giornalista Ilaria Alpi. La notte dell'8 maggio 2009, la pattuglia di carabinieri intervenne lungo la strada Castignanese dopo la telefonata in centrale di un cittadino che aveva appena subito un tentativo di furto presso la sua abitazione a Ripaberarda da parte di ignoti malviventi. Questi, dopo essere stati scoperti e dopo avere ingaggiato una breve colluttazione con la vittima, erano fuggiti a bordo di una Volkswagen Bora. I carabinieri tentarono di sottoporre a controllo gli occupanti del mezzo, ma gli albanesi forzarono il posto di blocco: i militari spararono con le armi d'ordinanza, e un proiettile raggiunse e uccise Ferracaku.


TAGS: tribunale ascoli , olsi ferracaku
 
 

di Redazione, Fonte: Vera Tv

Letta 764 volte
Commenti alla notizia
Non sono ancora presenti commenti. Vuoi essere il primo a scriverne uno ?
Per inserire un commento devi effettuare il login. Se non sei registrato, effettua prima la registrazione

Inserisci le credenziali di accesso

 
 

Non sei registrato? Clicca qui
Hai dimenticato la password ?